Olivieri Francesca

Olivieri Francesca

Ruolo: Autore

Realizzo le mie prime immagini in movimento con il cortometraggio L'ascensore, selezionato al Film Festival di Torino nello spazio dedicato ai giovani talenti.
Nel 2004 sono accettata per uno stage con il documentarista Daniele Segre. Nel 2005 a Bologna, seguo un corso per tecnici di cinema diretto da Luca Bitterlin e in seguito lavoro con la società Itc Movie, in particolare con Lucio Pellegrini, per alcuni shooting di Danone come assistente alla regia. Durante lo stesso anno, realizzo Lutin, un cortometraggio selezionato al Bellaria Film Festival.
Tra il 2006 e il 2008, lavoro alla Cineteca di Milano come operatrice di ripresa in occasione del Festival di videoarte Invideo, dove posso confrontarmi con Michel Chion et Robert Cahen. In seguito, mi formo con un corso di direzione alla fotografia diretto da Gian Filippo Corticelli presso la Cineteca di Bologna.
Concludo il mio percorso universitario alla Facoltà di Lettere e Filosofia di Bologna, con una Laurea Specialistica in Discipline Semiotiche, proponendo un’Analisi del discorso politico del film Buongiorno, notte di Marco Bellocchio. L’autore del film è coinvolto attraverso un’intervista, che diventa il testo introduttivo della tesi.
Bilingue francese, continuo la mia formazione professionale a Parigi, dove collaboro come montatrice e regista per l’agenzia creativa REMU, per formati brevi (clip e installazioni). Mi perfeziono al montaggio con Laurence Bazin, lavorando per alcuni documentari. In seguito, collaboro come co-sceneggiatrice e aiuto regista dei film di Julien Selleron. Sono aiuto regista di una serie prodotta da Orange TV e Les Films d’ici, Rupture mode d’emploi con Sabrina Ouazani. Lavoro in produzione e regia per alcune serie tv del gruppo Zodiak Media per France Télévision e GTV Productions (come Deux flics sur les docks e L’accident diretti da Edwin Baily, con Bruno Solo e Jean Marc Barr). Lavoro come assistente di produzione per Bathysphere Films per le opere di Emmanuel Gras. Per La petite Reine assisto Virginie Bordes, per Les Films de l'Avallée seguo i progetti di Simon Gillet, infine lavoro con Nereo Films e Agat Films sempre come aiuto regista.

Nel 2014 sono ammessa al corso di regia della scuola di Marco Bellocchio, e durante questa esperienza sono aiuto regista del cortometraggio La tela, diretto da Sergio Rubini, interpretato da Pier Giorgio e Alberto Bellocchio.
Nel 2017 sono ammessa al corso di sceneggiatura della scuola di Marco Bellocchio, una formazione diretta da Doriana Leondeff, Valia Santella, Heidrun Schleef e Gloria Malatesta.
Nel 2016 vinco il bando LuCa, promosso da Calabria e Lucania Film Commission per la mia prima sceneggiatura di un lungometraggio : Arbëria. Il testo è vincitore con la società Openfields Productions, anche del bando Siae e Mibac Sillumina e il rough-cut del film è selezionato ai Milano Industry days, all’interno del Milano Film Network. Il film è risultato vincitore del Public’s Jury Prize al Dea Film Festival di Tirana. Il film è uscito nelle sale nel 2019 ed è distribuito da Lago Film.
Attualmente lavoro alla mia seconda opera.

Elenco degli articoli pubblicati dall'autore

Titolo
Argomenti
N° Rivista
Anno Rivista
Data uscita rivista
PDF
Titolo:

Il nostro paese è l'Arberia

Argomenti:

Antropologia, Glottologia, Tradizioni Popolari, Religione

N° Rivista:

10

Anno Rivista:

III

Data uscita rivista:

21 dic 2019 / 20 mar 2020

PDF:

Online dal 21/12/2020